Scheda 3: Dalla stazione al lago al di sotto i binari

Pin It

mappa stazione

{ttweet}
{flike id=14}
{fshare id=14}
5a. Inserimento di una nuova struttura destinata alla sosta e alla ristorazione. Le sponde dei Laghi Superiore, di Mezzo ed Inferiore sono caratterizzati dalla presenza di percorsi ciclopedonali lungo i quali sorgono alcune attività di ristorazione (Rifugio, Zanzara e Papas). Tali strutture che godono di un notevole apprezzamento nei periodi estivi risultano però posizionate a notevole distanza l'una dall'altra. Il nuovo locale verrebbe inserito circa a metà percorso fra Rifugio e Zanzara(fig. 1-2) in corrispondenza dell'accesso verso il lago Superiore del nuovo sottopasso. L'obiettivo è quello di integrare le strutture esistenti riducendo l'isolamento che attualmente le contraddistingue e favorendo così il formarsi di flussi di spostamento dall'una all'altra anche negli orari serali e notturni. Le sponde dei laghi sono infatti caratterizzate da un notevole afflusso in orari diurni, ma sono attualmente penalizzate (nonostante la presenza dell'illuminazione) nelle ore serali e soprattutto notturne a causa del senso d'insicurezza ingenerato nei fruitori dalla mancanza di strutture.In corrispondenza di questa struttura di ristoro verrebbe inserito un servizio di noleggio di imbarcazioni per consentire brevi gite ed escursioni a cittadini e turisti. La struttura nelle sue forme rievoca un piccolo bastione della antica cinta che non lontano da quest'area si snodava lungo la sponda del lago Superiore e trovava nella vicina Porta Pradella uno degli accessi alla piazzaforte di Mantova.
 
6. Realizzazione nella zona della stazione di un collegamento con i giardini pubblici “Francesco Bartoli”(fig. 3-4-5-6) al di là dei binari. Attualmente gli unici accessi all'area di verde attrezzato che si sviluppa sulla sponda del lago Superiore si trovano in prossimità del Parco di Belfiore e all'imboccatura del Ponte dei Mulini.L'intervento proposto prevede l'allungamento del sottopassaggio della Stazione Ferroviaria al fine di collegare la Piazza Don Eugenio Leoni direttamente con le sponde del lago.
In prossimità dell'estremità del tunnel sulla riva verrebbe realizzato il bar previsto al punto 5. L'intervento si verrebbe così a configurare come un collegamento ai giardini ed una sorta di sala d'aspetto all'aperto per la stazione(fig 8-10). In prossimità di questa struttura si potrebbe inoltre prevedere un imbarcadero da cui organizzare le partenze per le escursioni nel Parco del Mincio. L'intervento consentirebbe, attraverso i nuovi flussi pedonali che si verrebbero a creare, di dare un apprezzabile contributo alla riqualificazione dell'area della stazione ferroviaria. In riferimento a quest'ultimo aspetto ricordiamo le recenti raccolte di firme dei titolari degli esercizi commerciali per richiedere all'Amministrazione un intervento per affrontare il progressivo degrado sociale a cui è soggetta quest'area.
 
7. Inserimento di un nuovo imbarcadero in prossimità dell'accesso verso il lago Superiore del sottopassaggio della stazione indicato al punto 6 (fig. 7-9).
Fig.1 Bar ristorante RifugioFig.2 Bar ristorante ZanzaraFig.3 Area d'inserimento del sottopasso barFig.4 Vista lago Superiore dai giardini F. BartoliFig.5 Ciclopedonale argine della stazione
Fig.6 Giardini Francesco BartoliFig.7 Simulazione area stazione nuovo sottopassoFig.8 Simulazione sottopasso e nuovo barFig.9 Simulazione imbarcadero e sottopassoFig.10 Accesso al tunnel e nuovo bar
Back to Top